Vai al contenuto



Foto

Ultime da Sea Shepherd


  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 29 risposte

#1 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 28 June 2012 - 07:59 PM

Ciao a tuttiImmagine inviata qui di seguito troverete gli aggiornamenti su Sea Shepherd Immagine inviata spero di farvi cosa gradita Immagine inviata






Quarta nave in preparazione. E' ufficiale!
http://www.seashephe...s-120621-1.html



Altro evento italiano: a Viareggio dal 6 all'8 luglio
https://www.facebook...15090398581008/



Vittoria legale per Sea Shepherd UK oggi presso la Corte britannica!


Sea Shepherd, Sea Shepherd UK e il Capitano Paul Watson hanno vinto la causa intentata dalla Fish and Fish, presentata in risposta al rilascio di 800 esemplari di tonno rosso pescati illegalmente nel giugno 2010 al largo delle coste della Libia.

"Non abbiamo niente di cui scusarci per ciò che abbiamo fatto nel 2010", ha dichiarato il Capitano Paul Watson. "Abbiamo liberato 800 esemplari di tonno rosso, a forte rischio estinzione, catturati illegalmente dai bracconieri al largo delle coste della Libia. Abbiamo tagliato le reti e quando la società maltese che ha rivendicato la proprietà di questi pesci liberati ci ha citato in giudizio, siamo andati in tribunale e abbiamo vinto, il tonno ha vinto, e i bracconieri hanno perso. I nostri avvocati britannici hanno fatto un lavoro eccellente. Sono fiducioso che, se l'appello sarà concesso, vedremo la corte d'appello sostenere questa decisione. Inoltre, e più importante di tutto, i pesci sono stati liberati e la società non è riuscita a recuperare le perdite della loro cattura illegale".


Il 1 luglio Sea Shepherd sarà presente al "LiberAnimalFest" a Castellanza (Varese) con un info point e merchandise ufficiale!

https://www.facebook...&type=3
Senza la paura non c'è il coraggio....

#2 mara

mara

    Utenti

  • Omatikaya
  • 154 Messaggi:
  • Locationnovara

Inviato 29 June 2012 - 06:55 AM

Grazie delle notizie. E' triste pero' pensare che si debba organizzare una flotta di navi per difendere qualcosa che appartiene all'umanita' intera e quindi dovrebbe essere di interesse generale. Possibile che i giapponesi - in questo caso loro ma di volta in volta i protagonisti variano - non cambino di una virgola il loro comportamento distruttivo e che non ci sia un organismo sovrannazionale in grado di tutelare il nostro pianeta al di la' degli interessi economici ?
Non esiste sul pianeta Terra un'entita' che difenda l'equilibrio della vita come Eiwa su Pandora? Chissa'........

#3 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 28 September 2012 - 03:37 PM

La flotta baleniera giapponese si prepara a tornare in Antartide, Sea Shepherd è pronta a fermarli....... Queste le parola dei coraggiosi volontari Immagine inviata
Noi tutti siamo con loro, se non di persona almeno con lo spirito Immagine inviata
In bocca al lupo ragazzi, tornate vittoriosi.....come sempre..... la nostra Eywa sarà con voi Immagine inviata


http://www.seashepherd.it/news-and-media/news-120926-1.html
Senza la paura non c'è il coraggio....

#4 mara

mara

    Utenti

  • Omatikaya
  • 154 Messaggi:
  • Locationnovara

Inviato 01 October 2012 - 09:51 AM

Buone notizie queste: speriamo si avverino e che almeno per motivi economici i giapponesi rinuncino alla caccia.

Non so se sei una accanita lettrice come me o no , Thani, ma ti segnalo questo libro che ho appena finito di leggere e che ha per argomento prorpio il mare - in senso lato tutto il globo acqueo terrestre- e la difesa dello stesso dal suo peggior nemico: noi uomini. Si tratta de "Il quinto giorno" di Frank Schatzing, in parte fantascienza in parte scienza, io l'ho trovato molto avvincente e sviluppa proprio tutti gli argomenti a noi cari .

#5 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 02 October 2012 - 08:52 PM

Grazie Mara.....Immagine inviata

Il video che segue fa parte di una collana di video: La terra vista dal cielo.... video bellissimi e terribili per le problematiche che affrontano... qualche volta ho pianto per le immagini che vedevo e le parole che sentivo Immagine inviata
Una parte di questo video è dedicato a Paul Watson, il creatore di Sea Shepherd.....Immagine inviata


Senza la paura non c'è il coraggio....

#6 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 05 December 2012 - 03:17 PM

Questo è l'ultimo aggiornamento, tratto dalla pagina ufficiale italiana, ed è la traduzione di un articolo del Capitano Paul Watson circa la campagna "Zero Tolerance" condotta da Sea Shepherd in Antartico contro la flotta baleniera giapponese:

Dieci segnali mostrano che l'industria baleniera giapponese chiuderà presto - imperdibile commento del Capitano Paul Watson

1. La scorsa stagione i balenieri sono riusciti ad ottenere solo il 26% della loro quota di uccisioni e la stagione precedente solo il 17% a causa degli interventi diretti delle navi di Sea Shepherd. In entrambi i casi i giapponesi si sono ritirati dall'Oceano del Sud prima della fine della stagione, con grande umiliazione dei balenieri e dei loro sostenitori nel governo.

2. Nell’ultima stagione l'industria baleniera giapponese ha dichiarato perdite superiori a 22 milioni di dollari americani. Non realizzano un profitto da anni.

3. Al fine di continuare le proprie attività di caccia illegale, il governo giapponese ha rubato 30 milioni di dollari dal Fondo per la ricostruzione dopo lo Tsunami. Quando si arriva a rubare soldi alle vittime senzatetto di un disastro nazionale, è il segno di una umiliante e scandalosa umiliazione.

4. Un altro segno di disperazione è la risposta del governo ad un recente sondaggio sulla caccia alle balene fatto tra soli 1.500 cittadini, da cui è risultato che il 27% è a favore della caccia alle balene, il 18,5 è contrario ed il restante 57,5% non è interessato. Il governo giapponese ha descritto ciò dichiarando che sono "in maggioranza coloro che sostengono la baleneria rispetto a quelli che non la sostengono." Quando il 27% viene definito come la maggioranza pro-baleneria - allora siamo alla disperazione.

5. Ogni volta che un movimento riceve il sostegno dell’ala fastista-nazionalista di estrema destra, è chiaro che si sta tentando di sostenere una posizione ai margini. I giapponesi ultra nazionalisti, equivalenti agli americani del Ku Klux Klan, che negano lo stupro di Nanchino, vogliono che tutti i coreani vengano espulsi dal Giappone, odiano appassionatamente gli stranieri e hanno la tendenza a sputare in pubblico verso chi non è d'accordo con i loro punti vista e sono loro, adesso, le principali “ragazze pon-pon” dei cacciatori di balene e degli assassini di delfini. Davvero ammirevole! Ma è anche ovvia la ragione per la quale persone così piene di odio stringano alleanza con sadici assassini.

6. Quando il governo inizia a negare i visti d’ingresso alle persone che si oppongono all'uccisione di balene e delfini e vietano l'accesso alle persone con il visto che si oppongono all'uccisione di balene e delfini, questo può certamente essere visto come un segnale di paura.

7. Quando vengono erette barricate ed il suolo pubblico viene interdetto per evitare che possano uscire testimonianze sui delfini uccisi, significa che un popolo ha qualcosa da nascondere e di cui vergognarsi.

8. Quando il governo giapponese spende una quantità incredibile di denaro per distruggere un’organizzazione no-profit, scatenando un piccolo esercito di avvocati venduti che presentano frivole cause legali e fabbricano false accuse per arrestare il capo di questa organizzazione, questo indica di nuovo paura e disperazione.

9. Quando meno del 10% dei consumatori giapponesi ha mangiato carne di balena nel corso dell'ultimo anno e meno dell'1% ne mangia più di una volta al mese, quando migliaia di tonnellate di carne di balena vengono stoccate in costosi magazzini refrigerati, perché nessuno le sta comprando, significa che la scomparsa di questa industria odiosamente crudele, inutile ed ecologicamente distruttiva, è ormai scontata.

10. Quando la flotta baleniera deve sgattaiolare in silenzio fuori dal Giappone, dove fino a pochi anni fa poteva contare su massicce e pubbliche celebrazioni, vuol dire che ormai esiste solo paura e umiliazione.Immagine inviataPaul Watson

Forse, forse qualcosa di bello sta per succedere Immagine inviata

Senza la paura non c'è il coraggio....

#7 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 20 December 2012 - 03:15 PM

Ciao ragazzi, ancora una buona notizia da Sea Shepherd: il capitano è in Antartide ad aspettare i giapponesi.....ma vi posto tutto l'articolo che è molto interessante.....buona lettura.....Immagine inviata



Paul Watson – smacco al sol levante – la nuova nave di Sea Shepherd: pagata dai “The Simpsons” e c...

Prima il Costa Rica, poi il Giappone. Estradizione, infine, concessa dalla Germania. Dallo scorso luglio di lui si erano perse le tracce, o quasi. In realtà il leader di Sea Shepherd, protagonista di mille battaglie in difesa del pianeta, non ha mai smesso di abbandonare il suo lunghissimo viaggio con il fedele alleato: il mare. Anzi, viene ora comunicato cosa ha permesso al Capitano Paul Watson di non finire la sua vita in una prigionia a vita. Una mano d’aiuto partita da quella stessa Germania che aveva assecondato l’incredibile richiesta del Costa Rica (Watson avrebbe ostacolato dei pescatori di squali dieci anni addietro) e poi del ben più agguerrito nemico di sempre: il Giappone e le sue baleniere. A salvare Watson, riferiscono da Sea Shepherd è stata una informazione confidenziale pervenuta direttamente dal Ministero della Giustizia tedesco. Il Capitano Watson ha così potuto organizzare appena in tempo la partenza dalla Germania.Dallo scorso luglio ha percorso ben 15.000 chilometri a bordo della Steve Irwin, una delle navi di Sea Shepherd. E’ stato il mare a difenderlo. Anche il 2 dicembre, giorno del suo compleanno, era sul ponte della Steve Irwin. “Non avrei potuto ricevere regalo più bello” ha dichiarato Paul Watson.

OPERAZIONE ZERO TOLERANCE
Ormai tutto è pronto” riferisce Watson al comando della nona campagna antartica di Sea Shepherd, Operazione Zero Tolerance (OZT). Un’intervento che si augura poter segnare la fine della baleneria giapponese nell’Oceano del Sud, dove si stanno dirigendo proprio le navi di Sea Shepherd. Il fatidico incontro è previsto a gennaio. Navi, quelle giapponesi, che sono in ritardo ed al minimo storico delle loro forze. Fiaccate da otto anni di campagne antartiche e dai relativi danni economici. Sea Shepherd ne è certa: non riusciranno nemmeno ad entrare nel Santuario dei Cetacei in Oceano del Sud.

La flotta di Sea Shepherd, dal canto suo, è al suo massimo storico di forze. Quattro navi, droni, gommoni e ben 120 membri di equipaggio. L’appuntamento è alle porte del 60° parallelo Sud e la quota di caccia prevista è destinata a risultare, come profetizzato dal nome della campagna, pari allo Zero.

SMACCO AL SOL LEVANTE
Lo smacco, però, già subìto dai giapponesi è l’acquisto da parte di Sea Shepherd della nuova nave. La “Sam Simon” (nella foto di Sea Shepherd), segretissima e protettissima riferiscono da Sea Shepherd. E’ stata presentata a Hobart, in Tasmania, lo scorso 11 dicembre. Incredibile l’acquirente di Sea Shepherd: il Giappone. Due milioni di dollari, per rivolgerla contro la stessa flotta baleniera giapponese. E’ guidata dal Capitano Lockhart MacLean, il quale, nel corso della conferenza stampa tenutasi ad Hobart, ha parlato dell’importanza dell’effetto “psicologico” che la visione di questa nave avrà sulla flotta baleniera giapponese.



I giapponesi, ovviamente, erano ignari del reale destinatario di quella nave, visto che ad acquistarla è stata una società terza statunitense. “Era all’ancora – spiegano da Sea Shepherd – accanto alla flotta baleniera giapponese“. Rinominata New Atlantis e registrata a Tuvalu, è stata consegnata da un equipaggio giapponese nel nord del Queensland, nell’errata convinzione che sarebbe stata trasformata in imbarcazione da diporto. Durante la vendita, il governo giapponese non sapeva che, in realtà, stava facendo affari con Sea Shepherd.



La nave, lunga 56 metri, batte bandiera Australiana ed il nome di comodo New Atlantis è stato dismesso per rivelare quello di “Sam Simon”, il co-creatore dei “The Simpsons”, sostenitore dei diritti degli animali, che ha donato l’ingente somma per acquistarla.



Costruita come Seifu Maru nel 1993 dal cantiere navale IHI a Tokyo, la nave rompighiaccio ha prestato servizio per l’Agenzia Meteorologica Giapponese dell’osservatorio di Maizuru e ha contribuito direttamente alle cosiddette attività di “ricerca” della flotta baleniera giapponese, prima di essere stata messa a riposo nel 2010 e ormeggiata accanto alla flotta baleniera a Shimonoseki.



Un “colpo di grazia”, si spera storico, per i giapponesi. L’ultimo smacco: sulla Sam Simon è stata lasciata la famosa scritta “Research”, la giustificazione delle attività baleniere che campeggia sui ponti delle navi giapponesi. “Per la prima volta – commentano da Sea Shepherd - si renderanno conto di quanto possa essere sgradevole la ricerca”.



Le nostre navi sono le vostre navi, i nostri equipaggi sono i vostri equipaggi, le nostre vittorie sono le vostre vittorie, e le vite che salviamo sono le vite che tutti noi salviamo insieme!“, parola di Paul Watson.





Senza la paura non c'è il coraggio....

#8 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 27 December 2012 - 01:26 PM

Ciao a tutti :) .... scusate se posto gli articoli tutti interi e non il link ma non so come fare poiché sono così lunghi che non riesco a condividere nemmeno su facebook.... il link sparisce sotto il bordo dello schermo del pc e non so come farlo riapparire. Un aiuto sarebbe molto gradito Immagine inviata

Comunque per ora lo posto intero perché queste notizie "sembrano" buone.... dico sembrano perché quando si a che fare con le canaglie non si può mai sapere, magari è tutta una strategia per mettere in qualche difficoltà Sea Shepherd... se così non fosse, sarei immensamente felice ....Immagine inviata


Sea Shepherd Italia
Dal Capitano Paul Watson:

E’ il 27 dicembre qui in Oceano del Sud e l’intera flotta baleniera giapponese rimane ancora in porto a Shimoseki, Giappone. Cinque navi, la Nisshin Maru, le navi arpionatrici e la nave di sicurezza. Questo significa che i balenieri non potranno raggiungere il Santuario dei Cetacei in Oceano del Sud prima dell’ultima settimana di gennaio. La Simon Sam è in porto ad Hobart, Tasmania, la Bob Barker è in porto a Wellington, Nuova Zelanda. La Steve Irwin si sta muovendo verso sud, nelle acque dell’Oceano Antartico, scortata dalla Brigitte Bardot. Ricordo di aver affrontato i cacciatori di balene al più presto il 18 di dicembre e nel 2005 li abbiamo trovati il giorno di Natale. Due anni fa li abbiamo affrontati nel giorno di Capodanno. Questo è il primo anno in cui non registriamo la loro presenza in Oceano del Sud nel mese di dicembre. Speriamo che sia anche il primo anno in cui non vedremo la loro presenza in Oceano del Su...d anche nel mese di gennaio.

Perché non sono partiti?

Ipotesi N. 1: La Nisshin Maru ha problemi meccanici e non sarà autorizzata a partire fino a quando non ne verrà garantita la navigabilità.

Ipotesi N. 2: Sono in attesa del loro assegno di sussistenza, sottratto al Fondo per la Ricostruzione dopo lo Tsunami, per poter acquistare carburante di cui hanno bisogno.

Ipotesi N. 3: Stavano contando sulla Corte d’appello del Nono Distretto degli Stati Uniti per cacciare via Sea Shepherd quest'anno. Questo
piano è fallito.

Ipotesi N. 4: Il popolo giapponese ha detto “adesso basta, è il momento di entrare nel 21° Secolo e gli assassini di balene non
hanno posto nel 21° Secolo”.

Ipotesi N. 5: Stanno cercando di capire come poter affrontare Sea Shepherd, senza uscirne ancora una volta completamente
umiliati.
Una domanda che molte persone mi stanno facendo è se ci sarà una serie di “Guerra alle Baleniere” (Whale Wars) se i balenieri non si faranno
vedere. La serie non ci sarà, ovviamente, ma va bene così, perché per noi la serie tv è solo un mezzo per un fine e non il fine stesso. Veniamo qui in Oceano del Sud per difendere le balene, non per fare un programma televisivo, e se la caccia alle balene fosse davvero finita saremo molto felici di mandare in pensione “Guerra alle baleniere”.

Se la flotta baleniera giapponese non dovesse presentarsi quest'anno, saremo pienamente preparati a confrontarci con loro se decidessero di tornare la prossima stagione. Sea Shepherd è al 100% impegnata a difendere l'integrità del Santuario dei Cetacei in Oceano del Sud.



Immagine inviata



Senza la paura non c'è il coraggio....

#9 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 28 December 2012 - 04:38 PM

Immagine inviata


Sea Shepherd Italia

Dal Capitano Paul Watson:
Sembra che, alla fine, la flotta giapponese sia partita. La Nisshin Maru, le navi arpione Yushin Maru, Yushin Maru 2 e la nave di sicurezza Shonan Maru 2 stanno navigando nel Mar del Giappone. Nessun segno della Yushin Maru 3. Le navi hanno a bordo ufficiali armati della Guardia Costiera giapponese.

La Steve Irwin è in Oceano Antartico. La Brigitte Bardot e la Bob Barker sono a Wellington, Nuova Zelanda. La Sam Simon è a Hobart, Tasmania.

... Tutte le quattro navi di Sea Shepherd ed i loro equipaggi sono pronti ad incontrare le baleniere giapponesi al loro arrivo.

Hanno intenzione di uccidere balene e l’obiettivo di Sea Shepherd è quello di assicurarsi che non una sola balena venga uccisa.

I balenieri giapponesi non raggiungeranno il Santuario dei Cetacei in Oceano del Sud fino ad almeno il 21 gennaio.

Sembra che la caccia sia aperta e abbiamo intenzione di cacciare i balenieri.

Sembra che Operazione Zero Tolerance sia adesso ufficialmente iniziata.

Articolo del Yomiuri News, Giappone:

Le navi baleniere per la ricerca scientifica hanno lasciato Shimonoseki, con a bordo la Guardia Costiera

Le 3 baleniere per la ricerca scientifica hanno lasciato il porto di Shimonoseki (Shimonoseki, prefettura di Yamaguchi) nella mattinata del 28 dicembre per iniziare la ricerca sulle balene in Antartide. L'obiettivo è la cattura di 900 balene (balenottera minori e balenottere comuni) fino al marzo prossimo. La Guardia Costiera giapponese sarà presente a bordo per prevenire eventuali attacchi da parte di SSCS.
Le navi partite in questa data sono:
Yushin Maru (720 t)

Yushin Maru II (747 t)

La nave di sicurezza "Shonan Maru II" (712 t)

Le navi hanno lasciato il porto, una ad una, dalle 9.30 del mattino.
La scorsa stagione, a causa degli attacchi di SSCS, il numero di balene cacciate è stato di sole 267 (l'obiettivo era di 900 balene).

28 dicembre, dal "Yomiuri-news"



Spero che facciano naufragio prima di arrivare e che una tempesta disperda anche i resti di queste navi e che di loro non resti tracciaImmagine inviata






Senza la paura non c'è il coraggio....

#10 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 29 January 2013 - 05:19 PM

Da Sea Shepherd Italia:
La scorsa notte, mentre pattugliava il Santuario dei Cetaei in Oceano del Sud, l'intercettore veloce di Sea Shepherd Australia, la SSS Brigitte Bardot, ha intercettato la nave arpionatrice assassina, la Yushin Maru N.... 3.
“La Yushin Maru N.3 era in rotta verso Ovest, indicando che la flotta si trovava in condizioni meteo sfavorevoli da diversi giorni. La latitudine alla quale sono stati trovati è abbastanza lontana a Nord e, dato che la grande concentrazione di balene è stata rilevata a sud, vicino al Continente Antartico, dove ci sono alte concentrazioni di krill, ciò significa che non hanno ancora iniziato a cacciare balene”.
Sea Shepherd ha intercettato i bracconieri di balene prima che una singola balena venisse uccisa!
Le altre tre navi di Sea Shepherd, la Steve Irwin SSS, la SSS Bob Barker e la SSS Sam Simon, restano in guardia e a caccia della Stella della Morte dei Cetacei, la Nisshin Maru, in difesa delle balene a rischio.

Sea Shepherd Conservation Society Australia - Sea Shepherd Has Intercepted the Whale Poacherswww.seashepherd.org.auSea Shepherd Conservation Society - Protecting oceans around the world

Immagine inviataSperiamo bene
Senza la paura non c'è il coraggio....

#11 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 30 January 2013 - 02:14 PM

30 Gennaio 2013 - MELBOURNE, Australia – Ieri sera alle ore 23:30, la nave di Sea Shepherd SSS Bob Barker, guidata da Sea Shepherd Australia, ha trovato la Nisshin Maru, la nave fattoria, e ha iniziato a inseguirla. La nave addetta alla sicurezza giapponese, la Shonan Maru N.2, ha risposto alla Nisshin Maru e si è avvicinata alla Bob Barker, seguendola ad una distanza di 2 miglia.
Il giorno prima, la nave di Sea Shepherd Australia, la SSS Brigitte Bardot, aveva trovato la nave arpionatrice, Yushin Maru N.3. La Yushin Maru N.3 stava navigando in direzione ovest e poi si è diretta a sud, per portare la Brigitte Bardot fuori dalle tracce della Nisshin Maru. Tuttavia, la Brigitte Bardot ha deciso di seguire la Yushin Maru N.3 per costringerla a mettere più distanza possibile tra sé stessa e la Nisshin Maru. La Yushin Maru N.3 si trova attualmente a 400 miglia di distanza dalla Nisshin Maru.
Il Co-leader della Campagna e Coordinatore di Sea Shepherd Australia, Jeff Hansen, ha dichiarato: “Abbiamo la conferma visiva da parte dell'equipaggio della Brigitte Bardot che l'arpione montato sulla Yushin Maru N.3 è coperto e non è stato caricato, il che significa che la flotta non ha iniziato a sparare gli arpioni”. La flotta baleniera giapponese è ora divisa ed è inseguita dalla flotta di Sea Shepherd.
Il Co-leader della Campagna Bob Brown ha dichiarato: “Le prime 24 ore di contatto con i bracconieri di balene sono state una vittoria per Sea Shepherd e una completa perdita per la flotta baleniera giapponese. Sono lieto di comunicare che non una singola balena è stata danneggiata finora. Vai Sea Shepherd!”

Ancora un giorno e gennaio sarà libero da uccisioni di balene, e segnerà la prima volta in cui nessuna balena sarà stata uccisa in questo mese di punta della stagione di caccia alle balene.

Con la flotta più forte di sempre, formata da quattro navi, Sea Shepherd Australia quest'anno ha il potere di fermare completamente la flotta di bracconieri di balene giapponesi, i quali vanno avanti con le loro operazioni a dispetto di una sentenza della Corte Federale Australiana del 2008, la quale vieta le loro attività di caccia alle balene in Oceano del Sud.

Le navi di Sea Shepherd intendono tenere i bracconieri di balene in fuga e divisi. Tutte le navi di Sea Shepherd hanno abbastanza carburante da rimanere nel Santuario dei Cetacei in Oceano del Sud fino alla fine della stagione di caccia alle balene e l'Operazione Zero Tolerance va avanti.

Speriamo bene Immagine inviata
Senza la paura non c'è il coraggio....

#12 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 31 January 2013 - 06:48 PM

Il Governo Australiano dice al Giappone: "tenete i vostri bracconieri di balene fuori dalle nostre Acque Territoriali!"

Forse qualcosa sta succedendo.....sarebbe ora che il governo australiano impedisse ai giapponesi di fare i propri comodi nonostante le leggi proteggano il santuario dei cetaceiImmagine inviata


http://www.smh.com.a...0131-2dnvf.html
Senza la paura non c'è il coraggio....

#13 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 01 February 2013 - 03:31 PM

Continua la serie di eventi positivi e ringraziamo Eywa e gli eroi di Sea Shepherd per questoImmagine inviata

Aggiornamento sull'Operazione Zero Tolerance. Grande giorno. La Bob Barker ha seminato la Shonan Maru N.2 e la Shonan Maru N.2 ha provocato un incidente internazionale con l'Australia, dopo aver violato la Zona Economica Esclusiva Australiana. La Bob Barker e la Simon Sam sono adesso entrambe libere. La Brigitte Bardot è anch’essa libera. La Yushin Maru N.1 sta tallonando la Steve Irwin. La Nisshin Maru è in fuga assieme alla Yushin Maru N 2. Non appena si fermeranno Sea Shepherd sarà su di loro. E’ previsto maltempo per le prossime 36 ore, e questa è una bella notizia per le balene. Abbiamo avuto un gennaio privo di uccisioni e febbraio inizia perfettamente in armonia con questo stesso obiettivo, che è quello dell'Operazione Zero Tolerance. Un’altra buona notizia è che Sea Shepherd ha vinto 25.000 Euro, con la vittoria di Richard Dean Anderson al concorso delle celebrità, che si è concluso ieri. E’ stato anche divulgato oggi che il Giappone è sceso dal 22° al 58° posto riguardo la libertà di stampa. Il governo giapponese sta totalmente coprendo i danni e le minacce del dopo-Fukushima.
Senza la paura non c'è il coraggio....

#14 mara

mara

    Utenti

  • Omatikaya
  • 154 Messaggi:
  • Locationnovara

Inviato 01 February 2013 - 04:23 PM

Grazie per gli aggiornamenti e speriamo davvero che l'operazione prosegua con successo anche nel mese di febbraio.

Certo che siamo proprio una razza distruttiva : anche solo leggere tutte le petizioni lanciate dalle varie organizzazioni da l'idea di quello che stiamo facendo per distruggere il nostro Pianeta.
D'altra parte bisogna tener conto anche dei molti che si sacrificano concretamente come gli equipaggi delle navi di Sea Sheperd .

Queste Organizzazioni e queste persone ci danno speranza e ci spingono a non darci per vinti e a cercare di fare anche noi qualcosa nel nostro piccolo: siamo solo delle gocce in un oceano ...ma che cos'e' l'oceano se non una moltitudine di gocce (dal film Cloud Atlas che a sua volta riprende una citazione di Madre Teresa di Calcutta)

Eywa ngahu

#15 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 03 February 2013 - 10:00 AM

Grazie per gli aggiornamenti e speriamo davvero che l'operazione prosegua con successo anche nel mese di febbraio.

Certo che siamo proprio una razza distruttiva : anche solo leggere tutte le petizioni lanciate dalle varie organizzazioni da l'idea di quello che stiamo facendo per distruggere il nostro Pianeta.
D'altra parte bisogna tener conto anche dei molti che si sacrificano concretamente come gli equipaggi delle navi di Sea Sheperd .

Queste Organizzazioni e queste persone ci danno speranza e ci spingono a non darci per vinti e a cercare di fare anche noi qualcosa nel nostro piccolo: siamo solo delle gocce in un oceano ...ma che cos'e' l'oceano se non una moltitudine di gocce (dal film Cloud Atlas che a sua volta riprende una citazione di Madre Teresa di Calcutta)

Eywa ngahu




Grazie a te Mara e sono perfettamente d'accordo con te.... oggi, all'Auditorium Parco della Musica qui a Roma, ci sarà un evento organizzato da Sea Shepherd Italia ed io andrò a conoscere questi moderni eroi Immagine inviata
Senza la paura non c'è il coraggio....

#16 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 05 February 2013 - 05:14 PM

Provide Safe Haven to Captain Paul Watson, Founder of Sea Shepherd Conservation Society.
| We the Pe...
https://petitions.wh....gov/petitio...

There are two active Interpol Red Notices issued against Captain Watson at the request of Costa Rica and Japan. Underlying these notices are non-lethal acts in defense of marine life suffering from illegal shark fishing and whaling operations. The warrants are politically motivated.



Ciao a tutti, questo è il link delle petizioni di Sea Shepherd verso il Presidente Obama in favore del loro fondatore
contro i provvedimenti internazionali presi dai giapponesi e dai costaricani che vogliono proteggere i loro maledetti traffici con le balene e le pinne degli squali.... sono assolutamente da firmare, io l'ho già fatto e condividete il più possibile, è una delle cose più importanti

Grazie fratelli e sorelle Immagine inviata
Senza la paura non c'è il coraggio....

#17 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 06 February 2013 - 03:27 PM

Ragazzi, questo è il link dell'altra petizione di Sea Shepherd per il presidente Obama:

https://petitions.wh...mpaign=shorturl

Immagine inviataE queste sono le notizie di questa mattina ... notizie meravigliose speriamo continui così Immagine inviata
Sea Shepherd Italia ha condiviso la foto di Paul Watson.
Aggiornamento del Capitano Paul Watson sull'Operazione Zero Tolerance 06/02/2012
E' il 6 febbraio e nessuna balena è stata uccisa. Abbiamo cacciato la flotta baleniera per 1.800 miglia in direzione ovest e non hanno avuto il tempo per fermarsi e uccidere balene. Solo la Steve Irwin è tallonata dalla Yushin Maru N.3. Le altre navi arpiuonatr...ici e la Shonan Maru N.2 sono sparpagliate a centinaia di miglia di distanza in cerca della Bob Barker e della Sam Simon. I voli dell'elicottero e dei droni sono i nostri occhi nei cielo. La flotta baleniera giapponese è stata esposta a livello internazionale per aver rubato i fondi per lo tsunami e spennato i contribuenti giapponesi con questo settore antiquato e spietato che continua a esistere solo come un glorificato progetto sociale.



Senza la paura non c'è il coraggio....

#18 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 08 February 2013 - 05:19 PM

Sea Shepherd impedisce il rifornimento di carburante alla flotta baleniera, la SSS Sam Simon intercetta la nave cisterna per il rifornimento dei balenieri, la Sun Laurel

MELBOURNE, Australia - Questa mattina alle ore 6:30 AEDT (Australian Eastern Daylight Time - ora australiana) la nave di Sea Shepherd Australia, la SSS Sam Simon, ha trovato la nave cisterna addetta a rifornire la flotta baleniera giapponese, la nave regist...rata come panamense e di proprietà koreana, la Sun Laurel, a 1.250 miglia a Sud di Albany, Australia (a 55° 41' Sud e 119° e 08' Est).

La nave di Sea Shepherd, la SSS Steve Irwin, ha cambiato rotta per unirsi alla Sam Simon e prevede di bloccare l'accesso alla nave cisterna a qualunque nave baleniera illegale tenti di fare rifornimento.

La Sun Laurel rifornisce la Nisshin Maru numerose volte durante la stagione di caccia alle balene. Intercettando la Sun Laurel, la Sam Simon ha letteralmente tagliato i rifornimenti di carburante per la flotta baleniera, con la possibilità di obbligare i balenieri ad accorciare la loro stagione di caccia.


Continuano le buone notizie....speriamo ancoraImmagine inviata
Senza la paura non c'è il coraggio....

#19 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 08 February 2013 - 05:19 PM

Sea Shepherd impedisce il rifornimento di carburante alla flotta baleniera, la SSS Sam Simon intercetta la nave cisterna per il rifornimento dei balenieri, la Sun Laurel

MELBOURNE, Australia - Questa mattina alle ore 6:30 AEDT (Australian Eastern Daylight Time - ora australiana) la nave di Sea Shepherd Australia, la SSS Sam Simon, ha trovato la nave cisterna addetta a rifornire la flotta baleniera giapponese, la nave regist...rata come panamense e di proprietà koreana, la Sun Laurel, a 1.250 miglia a Sud di Albany, Australia (a 55° 41' Sud e 119° e 08' Est).

La nave di Sea Shepherd, la SSS Steve Irwin, ha cambiato rotta per unirsi alla Sam Simon e prevede di bloccare l'accesso alla nave cisterna a qualunque nave baleniera illegale tenti di fare rifornimento.

La Sun Laurel rifornisce la Nisshin Maru numerose volte durante la stagione di caccia alle balene. Intercettando la Sun Laurel, la Sam Simon ha letteralmente tagliato i rifornimenti di carburante per la flotta baleniera, con la possibilità di obbligare i balenieri ad accorciare la loro stagione di caccia.


Continuano le buone notizie....speriamo ancoraImmagine inviata
Senza la paura non c'è il coraggio....

#20 Tanhi

Tanhi

    Utenti

  • Taronyu
  • 305 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 16 February 2013 - 08:29 AM

Immagine inviataPurtroppo le buone notizie sono finite....nonostante gli sforzi degli eroi di Sea Shepherd, gli assassini giapponesi, sono riusciti ad arpionare ed uccidere una balena.... l'unica consolazione, se così si può dire, è che non riusciranno
ad arrivare al numero di balene che i bracconieri si sono prefissati....ma ogni balena uccisa è una tragedia.... Immagine inviata

Alle ore 17:53 ora Australiana (AEDT) la Yushin Maru N. 2 ha arpionato una grande balenottera minore a 66° 02' Sud e 75° 44' Est, 57,5 miglia dalla stazione di ricerca australiana Davis, nel Territorio Antartico Australiano
Senza la paura non c'è il coraggio....




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi