Jump to content

Nuove telecamere 3D da Sony e JVC


Recommended Posts

Buona giornata a tutti! ūüėä

 

Dopo l'introduzione da parte di Panasonic del primo modello di telecamera 3D a livello consumer (avvenuta nel periodo di Luglio 2010), è arrivato ora il turno di due noti concorrenti che hanno presentato le loro nuovissime telecamere 3D in occasione della fiera "CES 2011" tenutasi a Las Vegas dal 10 al 13 Gennaio.

Stiamo parlando di Sony e JVC.

Questi 2 nuovi prodotti, molto simili fra loro nelle caratteristiche, hanno ulteriormente migliorato il concetto di ripresa 3D, perchè le le telecamere sono state progettate specificatamente per questo scopo, a differenza della Panasonic che invece sfruttava un normalissimo corpo camera standard con l'aggiunta di una lente adattatore e di un software di gestione speciale.

Questa soluzione però aveva un limite di qualità dovuto all'utilizzo di solamente la metà del sensore durante le riprese in 3D, perchè l'immagine doveva essere suddivisa in 2 parti per ricreare i fotogrammi per l'occhio destro e quelli per l'occhio sinistro.

Così, da un sensore full HD con risoluzione 1920 x 1080 pixel, la risoluzione di ripresa in 3D scendeva ad appena 960 x 1080 pixel.

(Per maggiori informazioni sulla telecamera 3D di Panasonic, cliccate su questo link della discussione: "Nuova telecamera per riprese 3D").

 

Le nuove telecamere di Sony e JVC sono invece state progettate includendo al loro interno 2 sensori full HD distinti con altrettanti obiettivi separati per ciascuno dei 2 fotogrammi di ripresa (destro e sinistro).

Con questa nuova soluzione, la combinazione delle immagini catturate dai 2 sensori, permette di ottenere un'immagine finale con piena risoluzione full HD da 1920 x 1080 pixel, in modo da sfruttare al 100% le qualità dei nuovi televisori 3D LCD e plasma.

 

Ma andiamo ora a vedere le caratteristiche principali di questi 2 prodotti:

http://img850.imageshack.us/img850/6845/sonyhdrtd10.jpg

In entrambi i modelli vengono utilizzati 2 sensori CMOS full HD da 1/4 di pollice retroilluminati (sensore di tipo "Exmor R" nel caso di Sony).

A livello ottico, gli obiettivi delle 2 telecamere sono però leggermente diversi:

Nella Sony vengono impiegati degli obiettivi con massima apertura di diaframma pari a f 1,8; sono in grado di eseguire uno zoom ottico con un ingrandimento massimo di 10X nelle riprese 3D e 12X nelle riprese 2D (con possibilità di utilizzo della modalità estesa a 17X).

Il massimo ingrandimento digitale, raggiungibile solo nelle riprese 2D, arriva a 160X. La telecamera è dotata di stabilizzatore SteadyShot ottico con modalità attiva.

Nella JVC vengono impiegati degli obiettivi con massima apertura di diaframma pari a f1,2; sono in grado di eseguire uno zoom ottico con un ingrandimento massimo di 5X nelle riprese 3D e 10X nelle riprese 2D. Utilizzandola solamente nella modalità 2D, il massimo ingrandimento digitale raggiungibile arriva fino a 200X. La telecamera è dotata di uno stabilizzatore di immagini avanzato.

 

Entrambe le telecamere sono dotate per la prima volta di un monitor LCD da 3,5 pollici touch screen che supporta la visualizzazione 3D autostereoscopica (senza necessità di occhialini) e con una risoluzione rispettivamente di 1.229.000 pixel nella Sony, e 920.000 pixel nella JVC.

 

Per quanto riguarda le modalità di ripresa, entrambe le telecamere registrano i propri filmati utilizzando la codifica MPEG4 H.264 (AVCHD), e nel caso di riprese di immagini 3D, viene utilizzato il codec MVC (Multiview Video Coding), che adotta una codifica approvata dalla Blu-Ray Disc Association come standard ufficiale compatibile con tutti i lettori Blu-Ray 3D in commercio.

Questa codifica è in grado di inglobare una seconda traccia video full HD assieme alla traccia video primaria, aumentandone lo spazio occupato solamente del 50%.

Una volta masterizzato il filmato 3D su un supporto Blu-Ray, sarà possibile visualizzare il suo contenuto anche su un comune lettore che non è compatibile con la modalità 3D, perchè in ogni caso sarà sempre in grado di leggere l'informazione del fotogramma primario che mantiene comunque la codifica MPEG4 H.264.

 

http://img17.imageshack.us/img17/7536/jvcgstd1beu.jpg

Nelle 2 telecamere vengono adottate differenti impostazioni di qualità per l'archiviazione dei filmati nella memoria, variando così l'autonomia di registrazione secondo le proprie necessità:

La Sony registra i video 3D (HD) con una velocità dati di 28 Mbps; i video 2D (HD) con velocità di 28, 24, 17, 9, 5 Mbps; i video in risoluzione HDV (1440 x 1080) a 9 Mbps.

La JVC registra i video 3D (HD) con una velocità dati massima di ben 34 Mbps, in aggiunta ad altri 3 step con velocità dati inferiori (non dichiarate); mentre per i video 2D (HD) usa una velocità massima di 24 Mbps, con altri 3 step di velocità dati inferiori per una maggiore autonomia di registrazione.

 

Oltre ai filmati, con queste telecamere è possibile anche scattare fotografie ad alta risoluzione nelle seguenti modalità:

Con la Sony si può scattare fotografie con una risoluzione massima di 7,1 Megapixel 4:3 (3072x2304); 5,3 megapixel 16:9 (3072x1728); 1,9 megapixel 4:3 (1600x1200); 307.000 pixel 4:3 (640x480).

Con la JVC si possono scattare fotografie con una risoluzione massima di circa 3 Megapixel alle seguenti risoluzioni: 1728 x 1296, 640 x 480 (4:3); 2304 x 1296, 1920 x 1080 (16:9).

In quest'ultima telecamera è possibile anche registrare scatti 3D in formato MPF, con risoluzione di 1920 x 1080 (16:9).

 

L'archiviazione dati è affidata in entrambe le telecamere ad una memoria flash integrata da 64Gb.

In aggiunta è possibile archiviare filmati e fotografie anche su una scheda di memoria rimovibile aggiuntiva di tipo SD Card (XC, HC e standard); per la Sony è disponibile anche uno slot per le memorie di tipo Memory Stick PRO Duo (Mark 2) e PRO-HG Duo.

 

Nel caso lo spazio sulle schede di memoria fosse esaurito, è possibile collegare ad entrambe le telecamere un'unità disco rigido esterna USB per poter trasferire tutto il contenuto (foto e video, anche in 3D) e liberare così lo spazio sulla memoria.

Con la telecamera di JVC è inoltre possibile collegare un'unità esterna (disponibile come accessorio) chiamata Share Station, con la quale è possibile masterizzare direttamente, senza l'ausilio di un pc, dischi DVD contenenti video in formato AVCHD in modalità 3D "side by side", e video in modalità 2D full HD. Oltre ai video è possibile anche masterizzare direttamente DVD contenenti immagini "down-converted".

 

La telecamera Sony, modello HDR-TD10, sar√† messa in vendita approssimativamente a partire dall'inizio di Aprile, con un prezzo annunciato di circa 1.600 ‚ā¨.

La telecamera JVC, modello GS-TD1BEU, sarà disponibile negli Stati Uniti già a partire da questo mese, con un prezzo che si attesterà intorno ai 2.000 $.

 

Finalmente sul mercato stanno cominciando ad arrivare soluzioni di ripresa 3D dotate di una qualità decisamente apprezzabile.

Il prezzo è ancora un po' altino, ma con un po' di pazienza, aspettando l'uscita di nuovi modelli anche da parte degli altri concorrenti (con sicuramente un aggiornamento anche da parte di Panasonic), e visto che i prezzi dei televisori 3D continuano a calare, probabilmente un giorno anche queste telecamere 3D potranno essere acquistate senza sborsare enormi quantità di denaro.

 

Abbiate fiducia! Siamo solo all'inizio! ūüėä

 

Edited by Jake Toruk

 

Fonti:

AvMagazine: Link 1 e Link 2

Sony

JVC

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...